Presidente della Provincia di Pavia

Sfogliare questa pubblicazione sarà come viaggiare fino al cuore profondo della nostra terra, che parla ancora il linguaggio degli stemmi araldici, il modo più antico di identificare una famiglia, un territorio, un’istituzione.
Troveremo subito lo stemma della Provincia di Pavia, ampiamente corredato dalla sua storia, dall’illustrazione e dal significato relativo all’aspetto grafico e dei suoi colori.
Poi, pagina dopo pagina, scopriremo gli stemmi dei nostri 190 Comuni: si tratta di città e di paesi, anche piccolissimi, ciascuno dei quali reca comunque inscritta nello stemma una parte significativa della propria tradizione.
Salutiamo volentieri “lo stemmario” del nostro territorio e delle sue realtà civiche.
Siamo convinti che esso troverà diffusione e apprezzamento tra la nostra gente, nei luoghi istituzionali, nelle biblioteche, nei musei, nelle scuole o presso le sedi delle associazioni.
La qualità e l’originalità della pubblicazione sapranno senz’altro avvicinare tanti di noi alla storia della nostra terra e alla complessa tradizione del linguaggio araldico.
Esso è una delle espressioni più affascinanti della società alto-medievale, che, in larghissima parte, ignora la parola scritta.
Gli uomini di questo tempo comunicano, conoscono e “si riconoscono” grazie ai colori, alle immagini, e ai disegni che veicolano idee e informazioni estremamente precise.
Gli stemmi sono l’incarnazione di questo linguaggio che, nato presumibilmente attorno al XII secolo, identifica senza equivoco un feudatario e la sua casata, una nobile famiglia e la sua discendenza, una area precisa di un territorio, con le sue caratteristiche e le sue vocazioni.
Piacerà anche a noi questo linguaggio, e, alla fine di questa lettura, saremo presi dalla sua magia.

senatore Daniele Bosone
Presidente della Provincia di Pavia